Referendum in Bolivia: i nostri auguri alla comunità in Italia in lotta per il SÌ

si-a-evo-01-1-770x514Oggi, domenica 21 febbraio 2016, il popolo della Bolivia è chiamato alle urne per esprimersi sulla riforma costituzionale che elimita il limite del doppio mandato per la presidenza della repubblica. Se vincesse il , il Presidente Evo Morales sarebbe autorizzato a ricandidarsi alle elezioni presidenziali. In Italia, e in particolare in Lombardia, esiste una numerosa comunità boliviana, tra la quale è forte l’appoggio al governo rivoluzionario di Evo. Pubblichiamo l’intervento del nostro segretario Alessio Arena alla chiusura della campagna referendaria organizzata dal MAS Italia e da altre organizzazioni politiche e sociali comunitarie, tenutasi a Bergamo la scorsa domenica 14 febbraio, con l’augurio che la vittoria del Sì possa aprire alla Bolivia la via per approfondire la costruzione di un modello socialista adatto alla sua realtà e radicato nel suo percorso storico.

Jallalla Evo!

* * *

Buona sera a tutti,

È per me un piacere e un onore avere l’opportunità di porgervi il saluto dell’organizzazione militante rivoluzionaria Fronte Popolare e l’augurio di una vittoria schiacciante del SI nella battaglia referendaria che vi apprestate a concludere.

L’esempio d’impegno rivoluzionario, di dedizione, di etica del lavoro politico rappresentato dal vostro Presidente Evo Morales Ayma è per noi, militanti italiani della causa dei popoli, fonte d’ispirazione e motivo di profonda ammirazione. Esso ci richiama alla mente i più alti esempi della nostra storia e c’ispira a moltiplicare gli sforzi per il comune obiettivo di costruire un mondo più giusto, in cui la memoria e l’identità delle nazioni e delle popolazioni siano motivo di unione fraterna per costruire insieme una nuova società. È questa l’essenza stessa del nostro internazionalismo, di cui il Presidente Morales è un esemplare esponente.

Generazioni di rivoluzionari di tutto il mondo sono state abituate per decenni a pensare alla Bolivia come all’esempio più chiaro del baratro in cui l’asservimento all’imperialismo e lo sfruttamento capitalista possono condurre una nazione e chi la abita. Noi tutti abbiamo impresse nella memoria le immagini del martirio del Che Guevara in La Higuera, caduto per sostenere e far vivere nelle mutate condizioni del mondo contemporaneo tra i popoli di Bolivia il sogno di giustizia e libertà di Tupac Katari e Bartolina Sisa e del Libertador Simon Bolivar. Dall’avvento alla presidenza di Evo Morales Ayma la Bolivia non è più terra di martirio degli eroi, ma omaggio quotidiano, reso con l’azione, al loro esempio immortale.

Nell’ultimo decennio la Bolivia di Evo Morales ha saputo trasformarsi profondamente, rivendicare con orgoglio la sua identità indigena e le radici millenarie delle civiltà native, aprirsi al mondo, sviluppare la propria economia come mai nel passato, farsi protagonista al fianco di Cuba, del Venezuela, dell’Ecuador, del Nicaragua, della resurrezione del sogno bolivariano dell’Unità continentale rappresentato dall’ALBA. La Bolivia di Evo ha saputo, con la sua forza morale, tornare a rivendicare con forza, nelle sedi internazionali, l’accesso al mare ingiustamente sottrattole con la Guerra del Pacifico. Nella Bolivia di Evo sono i lavoratori, i popoli indigeni, le grandi masse urbane e contadine a dirigere lo Stato.

Noi, italiani eredi del Risorgimento e della Resistenza antifascista, difensori della Costituzione del 1948 per salvare la quale dovremo presto affrontare una battaglia referendaria e che incarna le più profonde aspirazioni del nostro popolo, così vicine alle vostre, così identiche a quelle testimoniate dall’azione del Presidente Morales, non possiamo che sentirci chiamati a sostenervi nella lotta per proseguire nel cammino socialista intrapreso dai popoli della Bolivia sotto la sua guida.

Per queste stesse ragioni, salutiamo con commozione la vostra presenza attiva e operosa nel nostro paese. Con il vostro lavoro di ogni giorno, facendo vivere nel cuore della nostra patria l’esempio del Presidente Morales, voi contribuite in modo decisivo a fare più forte, aperta e ricca l’identità dell’Italia del XXI secolo. Contate su di noi nella lotta per affermare con decisione nella società italiana questa verità, contro lo sfruttamento che soffrite nei luoghi di lavoro al fianco dei compagni italiani e di tante altre nazionalità e contro il razzismo che qualcuno tenta di diffondere per perpetuare, giustificare, intensificare quello stesso sfruttamento. I militanti rivoluzionari italiani, le loro organizzazioni politiche, i sindacati di classe che abbiamo saputo costruire con il sacrificio di tanti e le lotte di decenni, sono a vostra disposizione per accompagnarvi e sostenervi.

Possa la vittoria referendaria della prossima settimana aprire la strada per permettere al Presidente Morales di proseguire ancora per molti anni nella sua opera esemplare! Possa la Bolivia, sotto la sua guida, continuare a trasformare in vita i sogni di noi tutti!

Viva la solidarietà internazionalista!

Viva la Bolivia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...