La Torino antifascista più bella

Fronte Popolare Torino aderisce al corteo antifascista contro la pagliacciata di CasaPound

Militarizzata, blindata e spaventata. Così si è ritrovata la cittadinanza torinese ieri a partire dal tardo pomeriggio, quando la questura ha dato il via alle operazioni di “messa in sicurezza” delle strade, in previsione di contestazioni all’improbabile (quanto improponibile) comizio di CagaPound.
A rompere questa condizione di asfissiante controllo e repressione, solo il corteo antifascista costruito nei giorni scorsi da quei compagni e compagne non annichiliti dal clima che questa campagna elettorale ci impone. Sono state tante le sigle che hanno aderito alla mobilitazione, da quelle più istituzionali ai collettivi, passando per le organizzazioni comuniste come la nostra. E un plauso va fatto fin da subito a chi, nei giorni scorsi, si è sbattuto per indire assemblee e far crescere il più possibile la mobilitazione. Perché antifascismo è anche organizzazione, cuore e mente. Grazie compagni! Perché sono spinte come queste che ci ricordano che non siamo soli davanti al gonfiare di pulsioni violente e reazionarie. E ieri sera lo abbiamo dimostrato: un giovedì sera di pioggia battente, con un freddo becco, eppure in tanti e tante ci siamo presentati alla partenza del corteo in Piazza Carlo Felice. E anche quando le botte e le cannonate d’acqua si sono fatte sentire più forti, non abbiamo demorso. La polizia come al solito a dato il peggio di sé nel difendere i fascisti: nel pomeriggio in corso  Vittorio abbiamo visto i carri armati, un numero esorbitante di agenti e mezzi blindati e idranti. E poi le botte, i gas lacrimogeni, le cannonate d’acqua… Come a dire che non solo le forze dell’ordine difendono i fascisti, ma addirittura li sostituiscono direttamente nel reprimere le esperienze popolari e solidali come il nostro corteo.
Un doppio fascismo, dunque, quello con cui abbiamo a che fare oggi. In prima analisi un fascismo rigurgitato, pulsione violenta poco organizzata e molto auto-narrata che fa capo alle varie organizzazioni e partiti neofascisti e neonazisti. In secondo luogo, un fascismo istituzionale, silenzioso ma molto ben strutturato che tramite le alte cariche dello stato e le forze dell’ordine agisce per reprimere ogni forma di dissenso, in nome del sacrosantissimo diritto d’espressione fascista.
Se poi il tutto lo contestualizziamo in un clima elettorale basato sulla paura, beh, ecco servito il cocktail esplosivo che il 4 marzo verrà tradotto in un voto/supplica di ordine e sicurezza. Queste per noi sono riflessioni a caldo e non vogliamo darci troppo peso. Quello che sappiamo ora e che ieri sera siamo scesi in piazza per impedire che un’organizzazione fascista si prendesse spazi in città. Rivendichiamo con orgoglio questa nostra semplice scelta. Consapevoli delle dinamiche di piazza, ribadiamo che la repressione da parte delle forze dell’ordine è strumentale al potere già costituito e fa da spalla (e da essenziale sostegno) a tutte quelle organizzazioni fasciste che incitano all’odio ed alla violenza.
La minaccia dell’onda nera può distogliere l’attenzione o creare false percezioni. Noi sappiamo che il nemico è ben più sofisticato e che utilizza la scusa degli schieramenti opposti per rafforzare la propria morsa sulle classi popolari. Ciononostante dedichiamo energie nel combattere il fascismo in ogni sua forma, e lo facciamo con ogni nostro mezzo perché sappiamo che il fascismo altro non è che il violento servilismo a disposizione del padrone. Mentre ieri sera, in strada, eravamo veramente tutti antifascisti e ANTIFASCISMO significa ANTICAPITALISMO. Significa lottare con la classe, per la classe e contro i padroni.

Fieri di aver scelto questo lato della barricata!

Fronte Popolare Torino

 

Foto da La Repubblica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...