Milano, 23 marzo: Fronte Popolare per l’aborto libero, gratuito e sicuro

LINK ALL’EVENTO FACEBOOK

UN DIRITTO CONQUISTATO CON LA LOTTA
Grazie alla forza della lotta organizzata e di massa delle lavoratrici e dei lavoratori sono stata ottenute conquiste storiche. Nonostante sia stata emanata 40 anni fa la L.194/1978 non viene ancora applicata e per moltissime donne abortire diventa un estenuante percorso ad ostacoli. Bisogna continuare a lottare per i nostri diritti e per cambiare radicalmente la condizione femminile, annientando questa società classista, maschilista e patriarcale.

OBIEZIONE DI COSCIENZA E CRISI ECONOMICA CONTRO LE DONNE
La Chiesa cattolica è una monarchia assoluta che sopravvive nell’opulenza predicando la povertà e che condanna la libertà sessuale non finalizzata alla procreazione mentre alcuni suoi esponenti continuano liberamente ad abusare dei bambini. Oltretutto invita i medici cattolici a violare le leggi italiane, impedendo alle donne di praticare l’interruzione volontaria di gravidanza o di ricorrere alla più sicura (ma introvabile!) pillola abortiva RU486. Il 40% dei medici si dichiara obiettore negli ospedali pubblici, salvo poi praticare l’IVG in costosissime cliniche private, spingendo molte donne a ricorrere a metodi illegali ed estremamente rischiosi.
Inoltre la persistenza della crisi economica spinge a scaricarne il costo sul mondo del lavoro: compressione dei salari, aumento dei ritmi di lavoro, precarizzazione e forme di lavoro gratuito o semi schiavistico, eliminazione di diritti fondamentali e, non da ultimo, progressivo smantellamento del sistema assistenziale pubblico perché rappresenta una spesa cui non corrisponde profitto.
Sono sempre di più le donne per cui, oggi, sarebbe impensabile mantenere un figlio, in termini di costi, tempi, mancanza di aiuto fuori dalla famiglia-ammortizzatore sociale, considerando, inoltre che non smette di gravare sulle spalle femminili il lavoro di cura della casa e della prole.
Ci sono anche le donne che scelgono liberamente di non avere figli, subendo il linciaggio psicologico di chi crede che tale scelta significhi abiurare ad un preteso “ruolo naturale” della donna.


QUINDI LOTTIAMO PER
*STOP OBIEZIONE DI COSCIENZA, per il diritto pieno ed effettivo all’ ABORTO LIBERO, GRATUITO, SICURO
* per il LAVORO STABILE, TUTELATO e DIGNITOSO e per un sistema di WELFARE PUBBLICO ed EFFICIENTE
* per la definitiva LIBERAZIONE DELLE DONNE dalla doppia oppressione capitalistica e patriarcale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...