Nave Aquarius, razzismo e “costruzione europea”: dichiarazione comune di FP (Italia) e PRCF (Francia)

Continuatore di Hollande e Sarkozy, che fu il turpe istigatore dell’ingerenza imperialista che ha portato al caos la Libia e l’Africa occidentale costringendo centinaia di migliaia di persone a fuggire dal loro paese, Macron si permette di “entrare a gamba tesa sull’Italia”, ostentando un’intollerabile arroganza nei confronti del popolo italiano.

Ben inteso, non si tratta in nessun modo per noi di sostenere anche minimamente il governo Conte, il cui disumano Ministro dell’Interno è un emulo di Mussolini. E ancor meno di mancare al dovere della solidarietà verso le centinaia di donne, uomini e bambini, minacciati di morte dall’inumano trattamento riservato all’Aquarius.

Ma il governo Macron, che tratta con una brutalità inascoltata i migranti di Calais e altrove, che reprime i movimenti dei ferrovieri e degli studenti e il cui Ministro dell’Interno riprende le idee e il vocabolario dei Le Pen, è totalmente squalificato per dare lezioni ai paesi vicini.

Quanto all’idea, avanzata da Edouard Philippe, che “più Europa” sarebbe la soluzione alle questioni migratorie legate alle diseguaglianze nord-sud, al neocolonialismo e alle guerre imperialiste che gli Stati imperialisti infliggono al Medio Oriente e ai paesi africani, essa deve essere combattuta da tutti i comunisti, da tutti i progressisti e da tutti i patrioti repubblicani di Francia, d’Italia e d’ogni paese. Nessun sostegno a questa UE che distrugge il diritto di sciopero in Grecia, riconosce governi pieni di neonazisti e neo-mussoliniani, appoggia la criminalizzazione dei partiti comunisti e si lancia in una corsa agli armamenti demenziale pretesa dalla NATO, rivolta contro Iran e Russia, pilotata dall’imperialismo tedesco. Al contrario, il “salto federale europeo” in corso sotto l’egida di Merkel e Macron non farebbe, con il suo “governo della zona euro”, con la sua polizia continentale anti-immigrati e con la sua “difesa europea” asservita alla NATO, che rafforzare il carattere imperialista e repressivo dell’UE.

Conseguentemente, Fronte Popolare e il PRCF chiamano a combattere con lo stesso vigore l’UE atlantista, sovranazionale e dittatoriale del capitale, il governo italiano dall’orientamento fascistoide e il governo francese interamente sottomesso agli interessi dell’oligarchia.

Contro l’UE e l’euro-fascistizzazione, contro la NATO e il cammino verso la mondializzazione delle guerre imperialiste, contro gli estremisti di destra che proliferano sul terreno della “costruzione” europea, contro la guerra sociale orchestrata dall’UE contro l’insieme delle conquiste operaie, contro i governi neoliberisti sempre più repressivi che dirigono gli stati dell’UE, e in particolare l’Italia e la Francia, non esiste altra via possibile che la lotta unitaria per la pace, per la sovranità dei popoli, per la cooperazione internazionale, per la democrazia e il socialismo.

Questa lotta, al tempo stesso internazionalista e patriottica, FP e il PRCF sono determinati a condurla insieme.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...