Venezuela – FP contro i tentativi di delegittimare Maduro: ora per il paese si apra la via del socialismo

Dichiarazione della Segreteria Centrale di Fronte Popolare

L’avvio del secondo mandato di Nicolás Maduro come Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, che ha luogo oggi, giovedì 10 gennaio 2019, con la cerimonia formale d’insediamento, è oggetto di violenti attacchi da parte della destra venezuelana e dei governi reazionari del cosiddetto “gruppo di Lima”, manovrati dagli Stati Uniti. La finalità che questi attacchi si prefiggono è delegittimare il governo venezuelano per isolare il paese e dare la spallata al processo bolivariano, forse preparando le condizioni per qualche forma ulteriore d’intervento esterno finalizzato al rovesciamento delle autorità dello Stato.

Fronte Popolare rinnova il suo appoggio alle forze rivoluzionarie venezuelane, già impegnate  a fronteggiare le conseguenze della guerra economica che colpisce duramente le condizioni di vita della popolazione e a scongiurare il riesplodere della violenza golpista dell’opposizione che a più riprese, negli ultimi anni, ha inflitto al paese sofferenze e lutti.

L’unico modo per sconfiggere gli attacchi del golpismo interno e dei suoi sostenitori internazionali è che il Venezuela dia vita a un modello di sviluppo economico nuovo, che a partire dalle conquiste già realizzate dalla rivoluzione sappia incamminare il paese sulla via di un socialismo che estenda e valorizzi l’organizzazione e il protagonismo delle classi lavoratrici.

Auspichiamo che il secondo mandato del Presidente Maduro possa dare inizio a questa nuova e non rinviabile fase del processo iniziato un ventennio fa con la prima vittoria elettorale del Comandante Hugo Chávez, dando nuovo slancio a una rivoluzione il cui successo è di primaria importanza per la lotta delle rivoluzionarie e dei rivoluzionari di tutto il mondo nel nostro tempo, così duramente segnato dalle conseguenze della crisi del Capitale e dall’ondata reazionaria che sta investendo tanti paesi, tra i quali l’Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...