Il Manifesto di Jeremy Corbyn: Brexit, diritti sociali, rivoluzione verde, nazionalizzazioni, investimenti, sanità e istruzione pubblica.

Pubblichiamo la traduzione dell’introduzione scritta da Jeremy Corbyn al Manifesto con cui il Partito Laburista si presenta alle elezioni generali britanniche del prossimo 12 dicembre. Il Manifesto, lanciato nelle scorse ore, prevede un complesso ambizioso di riforme strutturali dell’economia e della società. Il Labour di Corbyn è sostenuto dalle principali organizzazioni comuniste britanniche. Un testo rilevante per comprendere l’attualità europea e la natura dello scontro in atto.

Il testo in lingua originale è consultabile a questo link.

***

Queste elezioni daranno forma al nostro paese per una generazione. È la vostra opportunità di trasformare il nostro paese in modo che funzioni non solo per pochi, ma per tutti noi. È un’occasione per realizzare il vero cambiamento di cui la Gran Bretagna ha bisogno. Questo manifesto illustra come un governo laburista lo realizzerà.

Alcuni dicono che queste siano le elezioni della Brexit. Ma sono anche le elezioni del clima, le elezioni degli investimenti, le elezioni del servizio sanitario nazionale, le elezioni del tenore di vita, le elezioni dell’istruzione, le elezioni della povertà, le elezioni dell’equità della tassazione. Soprattutto, sono le elezioni del cambiamento.

È tempo di affrontare i privilegi acquisiti che impediscono alle persone di progredire. L’ultimo decennio ha visto un accentramento della ricchezza da parte di pochi privilegiati, sostenuti dai conservatori, a spese della maggioranza. I grandi inquinatori, gli speculatori finanziari e gli evasori fiscali delle imprese hanno avuto un giro gratis per troppo tempo.

Il Labour costruirà una Gran Bretagna più giusta che si prenda cura di tutti, dove ricchezza e potere siano condivisi.

Non sono disposto a continuare a vedere più famiglie senza una vera casa e più persone che fanno la fila alle mense dei poveri o che all’improvviso si ritrovano a dormire per strada.

Non sono disposto a sopportare che le comunità vengano penalizzate dalla mancanza di investimenti, i tagli infiniti ai servizi vitali e che milioni di persone lottino per far quadrare i conti, mentre sgravi fiscali vengono concessi ai più ricchi.

Possiamo fare meglio di così. Come può essere giusto che nel quinto paese più ricco del mondo, il tenore di vita della gente regredisca e l’aspettativa di vita non aumenti?

Il governo conservatore sta fallendo. Ha fallito sull’economia, sulla crisi climatica, sugli investimenti per il futuro, sui servizi pubblici e sulla Brexit. Semplicemente non lavora per la maggior parte delle persone.

Un governo laburista libererà il potenziale di tutti coloro che troppo a lungo sono stati frenati. Il Labour sarà dalla vostra parte.

Il Labour riscriverà le regole dell’economia, in modo che essa funzioni per tutti. Ricostruiremo i nostri servizi pubblici, tassando coloro che si trovano ai vertici per finanziare adeguatamente i servizi su cui tutti noi facciamo affidamento.

Lanceremo il più grande programma di investimenti dei tempi moderni per finanziare i posti di lavoro e le industrie del futuro, in modo che nessuno venga frenato e nessuna comunità rimanga indietro. Si tratta di un programma a tutti gli effetti per migliorare la nostra economia e trasformare il nostro paese.

Daremo il via ad una rivoluzione industriale verde per affrontare l’emergenza climatica, passando alle energie rinnovabili, investendo in veicoli ferroviari ed elettrici e rendendo le abitazioni efficienti dal punto di vista energetico per ridurre la penuria di carburante e le troppe morti nel periodo invernale.

Creeremo un milione di posti di lavoro per il clima in ogni regione e nazione del Regno Unito – posti di lavoro buoni e qualificati che riporteranno prosperità a zone del nostro paese troppo a lungo trascurate.

Porremo le ferrovie, la posta, l’acqua e l’energia sotto controllo pubblico per mettere  fine alle grandi privatizzazioni e farvi risparmiare denaro sulle vostre tariffe e bollette.

Forniremo gratuitamente a tutti, in ogni casa del nostro paese, la banda larga in fibra ottica completa, creando un nuovo servizio pubblico, dando impulso all’economia, collegando le comunità e rimettendovi i soldi in tasca.

Porremo fine a food bank Britain[1] e libereremo i bambini e i pensionati dalla povertà.

Introdurremo un salario minimo reale di almeno 10 sterline l’ora per tutti i lavoratori – con pari diritti sul lavoro fin dal primo giorno di lavoro. Porremo fine all’insicurezza e allo sfruttamento eliminando i contratti di lavoro a zero ore  e rafforzando i diritti sindacali.

Il Labour creerà un servizio scolastico nazionale per fornire supporto e opportunità per tutta la vita: dai centri Sure Start[2] all’istruzione di alta qualità per i primi anni di vita; da scuole ben finanziate con classi meno numerose a corsi universitari gratuiti senza tasse; e l’apprendimento permanente gratuito, dandovi la possibilità di riqualificarvi per tutta la vita.

Il Labour fornirà al Servizio Sanitario Nazionale i finanziamenti di cui ha bisogno, porrà fine alle privatizzazioni e non lascerà mai che il nostro servizio sanitario sia oggetto di alcuna trattativa commerciale. Espanderemo il nostro servizio sanitario, basandoci sui suoi principi fondanti, per offrire prescrizioni gratuite per tutti e cure dentistiche di base gratuite.

Porremo fine alla crisi dell’assistenza sociale che ha lasciato 1,5 milioni di anziani senza le cure di cui hanno bisogno. Il Labour finanzierà l’assistenza personale gratuita per gli anziani e pacchetti di assistenza extra.

Sono davvero preoccupato per l’aumento della criminalità e per il fatto che i reati violenti più gravi siano cresciuti ulteriormente. Rovesceremo un decennio di tagli alla polizia e ai servizi pubblici vitali che hanno dimostrato che semplicemente non è possibile mantenere le persone al sicuro a basso costo.

Il Labour proteggerà la nostra sicurezza in patria e all’estero. Dopo anni di falliti interventi all’estero e guerre, porremo fine all’approccio “prima bombarda, poi discuti” e adotteremo invece una politica estera basata sulla pace, la giustizia e i diritti umani.

E attueremo una Brexit ordinata in sei mesi, dando al popolo l’ultima parola, con la scelta tra un ragionevole accordo di uscita o rimanere. Attueremo qualunque cosa deciderà il popolo britannico.

La scelta non potrebbe essere più chiara, in queste elezioni. Il Labour metterà la ricchezza e il potere nelle mani dei molti. I conservatori di Boris Johnson si preoccuperanno di pochi privilegiati.

Questo manifesto offre la possibilità di un reale cambiamento per tutte le generazioni e per ciascuna comunità. Quando vince il Labour, vince l’infermiera, vince il pensionato, vince lo studente, vince l’impiegato, vince l’ingegnere. Vinciamo tutti.

Come paese possiamo e dobbiamo fare di meglio. Questa è la nostra ultima occasione per affrontare l’emergenza climatica.

Il futuro è nostro. È tempo di un vero cambiamento – per i molti, non per i pochi. Insieme possiamo realizzarlo.

 

***

[1] Nel Regno Unito operatori sanitari, scuole e assistenti sociali identificano le persone in difficoltà economica e rilasciano loro un buono per il banco alimentare locale, presentando il quale possono ricevere un pacco per tre giorni di alimenti nutrizionalmente equilibrati e non deperibili.

[2] Programma rivolto a genitori e bambini al di sotto dei quattro anni che vivono nelle zone più povere. Offre servizi per sostenere le capacità di apprendimento, la salute e il benessere dei bambini.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...