Milano, 24 febbraio: una cerimonia per onorare la memoria di Eugenio Curiel e Randy Malayao

Domenica 24 febbraio a Milano, una delegazione di Fronte Popolare ha reso omaggio alla memoria di Eugenio Curiel presso la lapide che ricorda il suo assassinio per mano nazifascista, avvenuto il 24 febbraio 1945. Quest’anno abbiamo scelto di condividere questo momento di memoria e impegno militante, tradizionale per la nostra sezione milanese sin dalla sua fondazione, con le compagne e i compagni filippini dell’associazione Migrante, associando alla memoria di Curiel quella di Randy Felix P. Malayao, attivista, giornalista e membro della delegazione di pace dell’NDFP assassinato dagli sgherri del regime di Duterte lo scorso 30 gennaio mentre attraversava in autobus la provincia di Nueva Vizcaya.

Nel corso della cerimonia abbiamo adornato la lapide di Eugenio Curiel di una corona di garofani rossi: nella notte successiva all’assassinio del giovane intellettuale e fisico comunista, una mano anonima sparse dei garofani, fiore simbolo del movimento operaio, sulla pozza di sangue che restava sulla strada. Il nastro della corona reca i nomi dei due martiri, associandone la memoria nel segno della lotta comune per la pace, la giustizia sociale e il socialismo per la quale entrambi hanno sacrificato la vita.

Nel loro intervento, le organizzazioni democratiche della comunità migrante filippina hanno denunciato con forza le violazioni dei diritti umani, i massacri e gli omicidi di esponenti delle opposizioni e dei movimenti sociali perpetrati dal regime criminale di Duterte. L’intervento si è poi concentrato sulla figura di Randy Malayao, evocandone l’impegno per la pace e la liberazione del popolo filippino e descrivendo le circostanze del suo barbaro omicidio.

Per Fronte Popolare hanno preso la parola Giancarlo Broglia, segretario della sezione milanese, e Alessio Arena, segretario centrale dell’organizzazione. Broglia ha rievocato la figura di Eugenio Curiel, contestualizzandola storicamente ed evidenziando il nesso tra la sua eredità e le lotte quotidiane di FP. Arena ha rievocato con commozione l’incontro con Randy Malayao, avvenuto in occasione del Primo Congresso di FP nel giugno 2017, per poi sottolineare il nesso profondo che lega, a distanza di decenni, la sua figura a quella di Curiel: la causa della liberazione umana in nome della quale è nostro compito immediato spezzare la catena dell’imperialismo, lottando contro la presenza delle truppe USA in Italia come nelle Filippine e per il ritiro unilaterale dell’Italia dalla NATO.

Un omaggio è stato infine reso alla lotta che il popolo del Venezuela e il suo legittimo governo bolivariano sostengono contro l’aggressione da parte degli USA e dei loro alleati e contro il tentativo di golpe di Guaidó, fomentato e manovrato dall’amministrazione Trump e dai suoi alleati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...