ILVA – Al capolinea l’accordo truffa di Calenda e Di Maio con ArcelorMittal. Unica soluzione: nazionalizzare!

Se ne parlava da mesi. Ora arriva la comunicazione di Arcelor Mittal: la multinazionale indiana annuncia l’intenzione di rescindere il contratto con lo Stato italiano per l’affitto dell’ILVA che comprende, oltre all’acciaieria di Taranto, anche gli stabilimenti di Novi Ligure e di Cornigliano. Pretesto scatenante: la mancata conversione in legge dello “scudo penale” per preservare…

Paullo (Milano): FP discute di trasporto locale dopo la vittoria nella vertenza sui bus domenicali

Si è tenuto sabato 16 febbraio, presso la sala consiliare del Comune di Paullo (Milano), l’incontro promosso dalla cellula di Fronte Popolare del Sud Milano su diritto alla mobilità e trasporto pubblico. Scopo dell’appuntamento: indagare sul piano politico, economico e sindacale le radici profonde della dismissione e privatizzazione dei servizi alla cittadinanza e spiegarne gli…

Torino: continua la lotta contro l’invasione dell’Università da parte delle multinazionali del cibo spazzatura

Comunicato di Fronte Popolare Torino (Cellula universitaria) Ieri, giovedì 31 gennaio 2019, si è svolto a Torino, in zona universitaria, il secondo atto riguardante la contestazione studentesca contro la svendita di UniTo ai privati; cioè contro la costruzione, oramai già completata, dei due fast food: McDonalds e Burger King. Un nutrito gruppo di appartenenti a…

Torino: Fronte Popolare contro la concessione di spazi alle multinazionali del cibo negli atenei

Comunicato della sezione torinese di Fronte PopolareIn occasione dell’azione dimostrativa di un gruppo di studenti contro la concessione di spazi al Burger King all’Università di Torino, due dirigenti di importanti istituti scolastici cittadini si sono pronunciati su La Stampa in merito alla questione del cibo spazzatura messo a disposizione degli studenti a pochi metri da…

Fronte Popolare contro l’inserimento di Amazon tra i fornitori postali: basta con le privatizzazioni!

Terribili novità per il servizio postale: Amazon in poco tempo farà strage nel settore pubblico. Oltre a poter portare la posta normale, potrà partecipare alle gare d’appalto per i veri prodotti a valore, ovvero gli atti giudiziari. Poste Italiane, non avendo più l’esclusiva e già in forte crisi, con la concorrenza a ribasso esternalizzerà tutto…