La cittadinanza torinese ripudia il tentativo revisionista del Parlamento Europeo e rivendica con orgoglio la propria Storia di sacrificio per la liberazione della città

martinetto

Appresa con sgomento e sconforto la notizia dell’inaccettabile risoluzione del Parlamento Europeo che riunitosi a Strasburgo ha votato per la condanna equiparata dei regimi nazi-fascisti e del comunismo, mettendoli di fatto sullo stesso piano, le organizzazioni comuniste e della sinistra di classe torinese intendono rigettare questa mistificazione storica e denunciare il tentativo preoccupante del Parlamento Europeo.

Il pericoloso tentativo di revisione storica svolto dal Parlamento Europeo rappresenta non solo un’offesa a chi in tutta Europa ha lottato e sacrificato la propria vita per combattere il nazismo ed il fascismo; apre alla cancellazione della storia dei popoli ed alla selezione ideologica nel processo di avanzamento dell’integrazione europea.
Un revisionismo storico inaccettabile, dove non c’è distinzione tra chi ha combattuto per la libertà dei popoli dal nazifascismo, tra vittime e carnefici, oppressi ed oppressori. Una abiura della storia, proprio nel momento di maggiore insorgenza dei nazionalismi fascisti in Europa, che conferma la natura reazionaria dell’Unione Europea.

Chi ha votato nel Parlamento Europeo tale risoluzione si è assunto una grave responsabilità, che apre varchi alla propaganda dei peggiori revisionismi e nazionalismi fascisti. Il voto favorevole degli europarlamentari del PD fornisce l’ennesima prova della propria sostanziale estraneità alla storia del movimento di classe e della strutturale avversità a qualunque progetto volto a riaprire la partita del superamento del capitalismo.

Torino, città Medaglia d’Oro della Resistenza, che in passato ha pagato con enorme sacrificio la propria liberazione, non può permettere che questo avvenga senza ripercussioni. La città che ha ospitato Antonio Gramsci, e che ha visto sacrificati i suoi migliori figli come Dante DiNanni o Eusebio Giambone non può e non intende lasciar passare alcun messaggio di equiparazione tra chi ha dato tutto per la libertà e chi invece ha saccheggiato ed oppresso la popolazione.

Respingiamo dunque ogni tentativo di revisionismo storico e di strumentalizzazione da parte di forze politiche liberali ed antipopolari e ci appelliamo a tutte le responsabili forze cittadine che ancora credono e lottano per la verità e la giustizia a difendere con orgoglio la storia condivisa che ha portato alla liberazione nostra e dell’Europa.

Torino, 28 settembre 2019

 

Partito Comunista Italiano Torino

Potere al Popolo Torino

Potere al Popolo Ivrea

Rete dei Comunisti Torino

Fronte Popolare Torino

Sezione ANPI Torino Nizza Lingotto – Millefonti – Filadelfia “G. Perotti e A. Appendino”

Sezione ANPI Chivasso “Boris Bradac”

Sezione ANPI Grugliasco “68 Martiri”

Comitato Parella Antifascista

Associazione diritto al futuro ETS-APS

Centro Studi Italia-Cuba

Associazione Italia Vietnam

Associazione Italia Vietnam giovani

 

 

 

 

* La lista dei firmatari è in continuo aggiornamento. Per aderire, contattare Fronte Popolare Torino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...