Milano: lavoratore CUB reintegrato all’Autogrill di Linate

Vittoria! Lavoratore reintegrato! Il padrone Autogrill ha cercato di dettare le sue leggi ma ha perso. Il giudice del lavoro ha infatti reintegrato Michele che era stato sollevato dal suo incarico nella sede di Linate perché appartenente alla Cub, Confederazione Unitaria di Base, un sindacato scomodo ai padroni, perché sostiene ancora il conflitto per acquisire diritti anziché firmare accordi che danneggiano i lavoratori. Dopo scioperi, agitazioni, ricorsi alla giustizia ordinaria è stato riconosciuto il comportamento scorretto della società Autogrill che ha manifestato chiaramente una condotta antisindacale e discriminatoria non accettando di trattare con la CUB per il rinnovo contrattuale sebbene sia di fatto il sindacato più rappresentativo in Autogrill Linate (scelto con schiacciante maggioranza dai lavoratori).

La sentenza precedente stabiliva un importante principio di democrazia sindacale e nei luoghi di lavoro. La Corte di Milano aveva stabilito, infatti, che anche le sigle sindacali che non hanno firmato l’accordo del gennaio 2014 sulla rappresentanza sindacale hanno titolarità a trattare col padrone quando sono di fatto maggioranza negli organi elettivi aziendali. Principio che Autogrill non voleva applicare,  perché trattare con i sindacati confederali CGIL CISL e UIL è molto più semplice avendo sottoscritto in tutti questi anni accordi che hanno costituito un profondo arretramento di tutta la classe lavoratrice su tutele e salario.

Quindi, oggi è un bel giorno per Michele e per tutti i lavoratori, poiché l’arretramento della classe si può fermare se si lotta con coraggio e coerenza, se si sostiene il conflitto quando è necessario confliggere per difendere la dignità di un lavoratore e la “libera attività sindacale” così come stabilito dalla nostra Costituzione.

Fronte Popolare sostiene le lotte di tutti i lavoratori e l’impegno di tutti i sindacati conflittuali, perché solo il conflitto può trasformare la società  nel segno della giustizia sociale e della uguaglianza.

Qui il link.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...