Natale a scuola: a proposito di emarginati e offesi

di Stefano Plescan Circa duemila anni fa, all’epoca della nascita di Gesù Cristo, l’Italia si trova nel cuore dell’Impero romano. Non è una cosa da poco, perché i romani di quei tempi si sentono il popolo più religioso del mondo (onorano molti déi), il più tollerante (all’occorrenza includono anche divinità straniere nel loro pantheon) e…

In memoria del comandante Alexey Mozgovoy

di Alessio Arena Cade un partigiano e il silenzio della morte ha il sapore, il sentore, la consistenza del piombo. Ieri è caduto Alexey Mozgovoy, comandante comunista della Brigata “Fantasma” che nel Donbass combatte contro il mostro fascista resuscitato in Europa dall’imperialismo USA-UE. Un partigiano del XXI secolo venuto a ricordare a noi italiani reduci…

Milano: l’odio e la beffa

di Andrea Giubbi Milano, Primo Maggio. Se dovessi scrivere una lettera ad amici e parenti nel Sud, non saprei bene come raccontare e da quale pezzo partire per ricostruire il quadro di quanto accaduto dal 1° maggio in qua. Col timore non già di non essere creduto, ma di dover partire sulla difensiva, di dover…

Dopo i fatti di Milano, che fare?

di Fulvio Lipari Da un lato l’Expo, un evento miliardario capace in un sol colpo di devastare migliaia di ettari di territorio, rendere ancora più palese il collegamento strettissimo tra imprenditoria nostrana, politica e mafia, assumere sfacciatamente come sponsor di una kermesse dedicata a “nutrire il pianeta” le peggiori multinazionali alimentari e, dato centrale, fungere…

Il nostro 25 Aprile: un’arma caricata di futuro

di Alessio Arena In una sua celebre composizione, il cantautore rivoluzionario Alí Primera descrive l’immaginario colloquio tra un bambino venezuelano suo contemporaneo e lo spirito del Libertador Simón Bolívar. Erano gli anni della Quarta Repubblica e doveva ancora trascorrere molto tempo perché Chávez giungesse a guidare il suo popolo alla conquista di una Patria di…